giovedì 9 novembre 2017

VIA COL VENTO 2017.


Se l'aurora chiede: "Ma tu sei vecchio?"
Viene facile dire: "No" ho solo tinto i capelli.
Gli anni sono come polvere in un soffio di vento.
Possono anche sembrare tanti.
In fondo, tanti, nascono già vecchi.
Come è vero che tanti altri
muoiono, inevitabilmente, giovani.
La vita, il tempo e la morte
sono cose inaspettate e allo stesso modo
tante volte ci si aspetta tanto
dalla amata vita.
Il tempo è meglio non influenzarlo,
mentre la morte non ha problemi,
sa dove aspettarci.
Il vento invisibile si fa notare
dalla polvere che in un soffio
ci porta via.

mercoledì 8 novembre 2017

INCREDULI STRAZI.


Come se avesse vissuto
per ogni attimo
sempre lo stesso tragico attimo.
Leggevo nei suoi occhi attoniti,
bramosi di timori ben distinti.
Come se avesse di ogni attimo 
subito
sempre il farsi urgente di ogni spartito.
Leggevo dei suoi gioiosi tormenti,
avidi di paure di tanti momenti.
Come se avesse acceso di ogni silenzio
sempre lo stesso tacito aroma di assenzio.
Leggevo nei suoi versi di corsivi avulsi,
sazi di vibranti echi di impulsi
come se avesse di solitudine tinto la sorte 
sempre il farsi di impellente morte.
Leggevo dei suoi ultimi acri spiri, 
strazi di increduli, beati sospiri.

lunedì 6 novembre 2017

A PICCOLI MORSI...Costantino Posa


Scrivere e raccontare
ancor più difficile è farsi ascoltare.
non aveva mai visto uno sguardo perdersi così.
I pensieri congelati s'inchiodano a pelle scioccata.
I bisbigli del nulla…ronzii del tempo che passa,
non hanno cancellato.
Che strano essere qui, è come un cielo che va.
E' come un tempo ritorna di complicità del silenzio
che avvolge e conserva ciò che è stato.
Quando si è soli…si è solo soli.
Si va avanti a piccoli morsi,
aspettando ancora un soffio di tempo che sfiora,
accarezza e lascia tanta tenerezza.

domenica 5 novembre 2017

TRA I PENSIERI VENTO...Costantino Posa


Vento nei miei occhi
persistente tra i ricordi.
Quel capo mai girato
e le voci,
splendide dei silenzi.
Come dighe che trattengono,
credono nei ritorni.
Sono certi, lei ritornerà.
Le certezze lo sanno già.
Voi non cercatemi altrove.
Non mi troverete mai.
Io sono come il vento lieve
mi riporto dove ero ieri.
Io sono come l'aurora,
appaio
quando gli altri dormono.
Io sono anche tuono.
Più mi sento solo, tuono.
Mentre l'umore cade
come le nubi delle sere
di fine estate.
Non mi troverete mai.
Io sono come un vento forte
anche ora sono altrove.

POESIE di Costantino Posa

Non dimenticherò mai i pensieri di ieri, rimasti per sempre pensieri e le gioie e i dolori e le spine che mi trafissero il cuore.

venerdì 3 novembre 2017

TI MERITAVI PIU' DI UN VOLO.


Me la prendo con il sole
che non ti ha aspettata.
Con tutte le stagioni
che ti hanno dimenticata.
Con tutte le parole che ti hanno ferita.
Me la prendo con le spalle
che non si sono più girate.
Con gli amici
che ti hanno riso in faccia.
Me la prendo con i treni
che non si sono mai fermati
e i semafori rimasti
per sempre rossi.
Me la prendo con le ali
e con i pensieri ingrati
che non ti hanno mai sollevata.
Me la prendo con il tempo
che non ha mai capito
e con il vento
che ti ha portata via.

martedì 31 ottobre 2017

PIANGO.


Un giorno il bicchiere 
guardando la bottiglia 
chiede: 
Perchè mi piangi dentro? - 
Piango, 
perché prima ero fatto di uva, 
avevo una casa fatta di pianta, 
attaccata alla mia terra. 
Ridevo con il sole 
tremavo con il gelo 
parlavo con il vento. 
Oggi, 
da tempo son chiuso dentro, 
aspetto soltanto 
che tu mi porti dentro.

VIA COL VENTO 2017.

Se l'aurora chiede: "Ma tu sei vecchio?" Viene facile dire: "No" ho solo tinto i capelli. Gli anni sono come po...