Translate

domenica 5 maggio 2019

ARCOBALENO ANOMALO...Costantino Posa

Ho terrorizzato il mondo con il mio voler essere uomo. 
Ho tolto il fiato a chi ha provato ad essermi amico. 
Ho alzato muri e steso filo spinato per non condividere. 
Ho smosso le acque e aizzato i forni per non lasciare tracce. 
Ho scritto pagine che poi ho cancellato. 
Ho scaricato bombe e fuoco dove già si muore. 
Ho piantato croci senza nomi e senza speranze. 
Ho portato il buio e il silenzio dove c'era il sole. 
Poi mi sono pentito e ho voltato pagina quando già era tardi. 
Ho fatto dell'illusione il vanto della vita. 
Ho accumulato tanto, senza sentirmi forte. 
Poi ho pianto quando non ho aperto porte. 
Ho amato pelle che poi ho strappato come fosse solo carta. 
Ho provato anche ad essere felice, ma non è il cuore che lo dice. 
Quando ho capito, ormai tardi, capelli bianchi e una valigia pronta. 
Ho terminato l'uomo, terrorizzato dal mondo che ho creato.

venerdì 3 maggio 2019

E SE POI TORNASSE MAGGIO...Costantino Posa

Ogni giorno che passa è un giorno in più.
Ogni giorno che passa è sempre un giorno in più.
Ci sono giorni che sembrano uguali.
Alcuni ci hanno resi felici,
altri, a volte, ci hanno fatto piangere.
Maggio il mese delle rose e della primavera,
ma il quindici non è come il dodici.
Il dodici vestito di bianco e di rose.
Il quindici vestito di rosa e ricordi.
La vita, l'amore e la mamma
sono fiori dai petali di mille colori.
Ogni giorno che passa è una spina nel fianco.
Ogni giorno che passa è un dolce sorriso.
Ci sono giorni che sembrano lontani.
Alcuni ci hanno resi infelici,
ma tutti ci hanno resi felici.
E se poi tornasse ogni giorno che passa.
ogni giorno di maggio, ci torna il sorriso.

sabato 20 aprile 2019

In SINTONIA...Costantino Posa


Penso di aver fatto tanti passi
nella mia vita a volte inviperita.
Penso di aver fatto tanta strada,
di aver provato tanto,
di aver cercato tanto...
anche quando mi son trovato
con il viso contro un muro.
Penso di essere stato pur felice,
anche quando mi son trovato
con le lacrime sul mio bel viso.
Ho evitato di sentirmi inevitabilmente solo, 
anche quando nel silenzio mi sono  specchiato,
attraente, ma sempre solo.
Solo ora ho capito di aver ferito 
anche quella nuvola silenziosa
che mi segue tutta grigia
sotto un sole perspicace.
Posso solo dire che in fondo al rettilineo
c'è sempre stata una linea di fuga 
non sempre definita.
Per tanti si chiama scelta
ed è quello che io ho fatto.
Ho scelto la mia vita.

lunedì 8 aprile 2019

HO SCELTO LA MIA VITA...Costantino Posa

Se solo avessi alzato gli occhi
solo un momento
Avrei visto il sole.
Avrei visto il volo
delle rondini
per un anno assente.
Se solo avessi alzato gli occhi
anche solo un momento
Ti avrei vista passare,
attraversare la mia vita.
Avrei visto il volto
e le palpebre socchiuse.
Avrei senz'altro  scelto
tutto quello che il tempo
a volte mi ha tolto.
Se solo avessi aperto gli occhi
Avrei fatto le stesse cose
che da sempre ho fatto.
Avrei scelto tra le tante stagioni
senz'altro  te,
la mia primavera
con le ali delle rondini
come vele spiegate
verso il cielo.
Verso il mio sole.

giovedì 4 aprile 2019

FOGLI DI CARTA...Costantino Posa

E se tornasse per sempre,
il tempo
sarebbe come le tue labbra.
Dolce se si fermasse sulle mie.
I nostri cuori
non si sono mai lasciati.
I nostri Si, un tempo pronunciati
diventerebbero pietre su pietre
a coprire i tanti se
e i ma degli eventi strani
che, a volte, si susseguono.
Solo così tornerebbero le stagioni
come fogli di carta
rilegati per sempre insieme.
Come le nostre labbra
che non si sono mai staccate.

giovedì 28 marzo 2019

MARZO PELLEGRINO.



Ascoltami marzo pellegrino
non lasciarmi solo.
Portami della primavera un bel ricordo,
che io possa sempre ricordare.
E poi, toglimi un pensiero.
Non parlare di me...di come ero.
Lo sò, il tempo non ha cuore.
Non trattiene mai l'anno che muore.
Portami a maggio come ieri.
Portami la primavera anche di sera.
Così io possa ricordare
di aver avuto, un tempo,
tutto il tempo che sa di verso.
Il volto e le voci di chi si è perso.
Ascoltami tu che passi
pellegrino.
Portami di marzo un pò di vento
che sà delle rondini
le ali in movimento.
A volte sono le stagioni
altre volte c'è tanto altro.

Costantino Posa (18/02/2019)

CHE VENGA IL SOLE...Costantino Posa


Sarò veloce a sollevare il passo
per non restare,
come ogni notte, solo.
Porterò con me brine di tempo
e dentro al cuore il sole
e sulle labbra sale di dolci tepori
che sanno di tramonti e aurore.
Restituirò al vento
i baci, tanti, sulla sua pelle.
Sarò veloce, conserverò l'attimo
e quel che è perso
lo trasformerò in sasso
diminuito in piccoli granelli di sabbia.
Così farò delle onde del mare
le mie carezze su di te
e il sorgere del sole, sempre
sottratto al buio del niente.
Sarà giorno presto.

ARCOBALENO ANOMALO...Costantino Posa

Ho terrorizzato il mondo con il mio voler essere uomo.  Ho tolto il fiato a chi ha provato ad essermi amico.  Ho alzato muri e steso fi...