Translate

martedì 10 settembre 2019

29 Settembre...Costantino Posa

Ti dedicherò un fiore
per ricordare di te, le ore.
Cercherò di te un'isola
dove il mare ti porterà lontana
e le tempeste e il vento
riporteranno di te l'odore
del tempo e del cuore
che batte all'infinito.
Ti vestirò di rose
senza spine e brine
e accarezzerò la tua
pelle assente.
Osserverò
dai miei capelli bianchi
il mare e il cielo
dove sporge il tuo sorriso
e l'immensità del tempo
non cancellerà di te
la voce che accarezzerà
ogni giorno quella croce.
Ti dedicherò per sempre
una rosa
per ricordare di te
l'amore.

PIOGGIA D'AUTUNNO...Costantino Posa


L'odore della pioggia
sa di un tempo lontano.
I lampi che l'accompagnano
sono i ricordi
che hanno elevato il cuore.
I tuoni sono i pugni
che inevitabilmente
ci hanno spinto verso il nulla.
Chissà se dopo tornerà il sole
o continuerà l'autunno
delle fughe improvvise.
Quando tutto è grigio
ci si sente soli.
Ci si sente traditi.
Quando poi è inverno
tutto è gelo.
Solo al mattino
c'è la brina
che ci riporta
l'odore della pioggia
che sa di un vento piano.
Chissà
se ci sarà un ritorno inaspettato,
meno grigio
o continuerà la stagione
delle fughe dispettose.

mercoledì 21 agosto 2019

SCOLPITO LI'...SU UNA PIETRA...Costantino Posa


Non potrà mai essere felicità
una vita dai mesi spettinati.
Sopportati
e a volte murati vivi.
I pensieri,
inutilmente espressi
sono foglie senza colore
e rami,
dove ogni tanto
fermarsi a respirare.
Ricordare il tempo,
ora
che il tempo non ce n'è.
Le parole urlate al vento:
Non ti lascerò mai
e l'eco:
" Non ci lasceremo mai."
Come potrò mai lasciarti
se solo ieri, ormai,
sei andata via.
Una vita
dagli attimi mescolati,
nei giorni bui, calpestati
e a volte girati altrove.
I pensieri, a volte taciuti
e fuori uso,
sono foglie senza vita,
leggere
trasportati dal vento
verso dove?
Nessuno sa se potrà
mai essere felicità.

venerdì 9 agosto 2019

Vergogna

http://www.iacchite.blog/marina-di-sibari-turista-denuncia-allansa-dai-rubinetti-escono-acqua-e-vermicelli/

sabato 8 giugno 2019

VERSI COSI' CALDI E GELIDI...Costantino Posa


Ci sono inferni che non aspettano.
Ci vengono a trovare.
Si nutrono di dolori e gioie arse al vento.
Ci sono inferni che non hanno mai pietà.
Spavaldi, si vestono di fuoco
e di tempo che non verrà mai più.
Ci sono inferni
che non si accontentano,
roventi
durano poco, ma lasciano il segno
dai grattacieli e strade obbligate.
Come cerini
bruciano i nostri destini.
Ci sono inferni, maledetti
non hanno mete da inseguire.
Solo il gusto di ferire.

mercoledì 29 maggio 2019

TRAMONTI....di Costantino Posa


TRAMONTI...Costantino Posa

La luna è già spuntata tra i pensieri
e le voci delle serie "Rimasti soli".
Ci sono cieli senza universi luminosi
e quelle maree di notte
senza fari e lidi allegri.
Solo il tempo sa il perché
di quelle spiagge vuote.
Solo il vento sa di salsedine
e timidi granchi che si affacciano
con le lacrime agli occhi
mentre i riflessi si allontanano.
Non accettano i silenzi
e le zattere alla deriva.
Solo il cuore sa se potrà ancora
asciugare la brina con l'aurora.

domenica 5 maggio 2019

ARCOBALENO ANOMALO...Costantino Posa

Ho terrorizzato il mondo con il mio voler essere uomo. 
Ho tolto il fiato a chi ha provato ad essermi amico. 
Ho alzato muri e steso filo spinato per non condividere. 
Ho smosso le acque e aizzato i forni per non lasciare tracce. 
Ho scritto pagine che poi ho cancellato. 
Ho scaricato bombe e fuoco dove già si muore. 
Ho piantato croci senza nomi e senza speranze. 
Ho portato il buio e il silenzio dove c'era il sole. 
Poi mi sono pentito e ho voltato pagina quando già era tardi. 
Ho fatto dell'illusione il vanto della vita. 
Ho accumulato tanto, senza sentirmi forte. 
Poi ho pianto quando non ho aperto porte. 
Ho amato pelle che poi ho strappato come fosse solo carta. 
Ho provato anche ad essere felice, ma non è il cuore che lo dice. 
Quando ho capito, ormai tardi, capelli bianchi e una valigia pronta. 
Ho terminato l'uomo, terrorizzato dal mondo che ho creato.

29 Settembre...Costantino Posa

Ti dedicherò un fiore per ricordare di te, le ore. Cercherò di te un'isola dove il mare ti porterà lontana e le tempeste e il vento ...