mercoledì 27 aprile 2011

SILLOGE " Il lento mutar " Costantino Posa


ASSOCIAZIONE CULTURALE “ AMICI DEL TEATRO”

Via Vittorio Veneto, 9 – 70020 Bitetto (BA) – Tel. 3497298555

_____________________________________________________


La giuria del Premio Internazionale di Poesia e Narrativa “ Città di Bitetto – XVIII^ edizione 2011

HA COSI’ DELIBERATO:


SEZ. A: POESIA SINGOLA INEDITA IN LINGUA ITALIANA

1° premio : a Irene Losito, di Taranto, per la lirica: “ Il poeta del silenzio”.

2° premio: a De Ruvo Vincenza, di Banchette (TO), per l’opera: “Tra le tue mani”.

3° premio: a Mario Vinci, di Roma, per : “ Rami secchi”.

Premio speciale giuria: a Silvana Santoro, di Foggia, per la poesia: “Metamorfosi”.

MENZIONI SPECIALI SEZ. A: (Diploma d’onore in pergamena e targa), conferite a:

Lenio Vallati, di Sesto Fiorentino (FI), per l’opera: “ Ascolta”, Mariella Cuoccio, di Bitonto (BA), per la lirica: “ Lento”.

PREMIO SCUOLA SEZ. A : 1° C.D. Forges Davanzati, Palo del Colle (BA): Angela Cutrone, classe 5^ sez.E, per la lirica: “ Voci e parole”, Marilea Liantonio, classe 5^, sez. E, per : “ La notte”, Simone Corrado Alberga, per la lirica: “ Che bella la libertà”, Leonardo Donati, classe 5^, sez.D, per l’opera : “ Riflessione”, Signorile Mattia, classe 5^, sez. E, per la poesia: “ Le tue parole”, Marina Campagna, classe 5^, sez E, per la lirica: “ Tempesta”, Stella Liantonio, classe 5^, sez.E, per la poesia: “ Buio luminoso”, Vilma Arcano, classe 5^, sez.E, per la poesia: “ A volte basta…”, Palma Carla, Scuola primaria 1° C.D. “ G. Falcone”, Conversano (BA), per la lirica: “ Il prato magico”.

SEZ. B : POESIA SINGOLA DIALETTALE

1° premio: a Vita Maria Stano, di Santeramo in Colle (BA), per l’opera: “ U scarfùdde di desederje”.

2° premio: a Franca Angelillo Fabris, di Bari, per la lirica: “ Velèsse”.

3° premio: a Teresa Donatelli, di Isola Rizza (Verona), per: “ ‘Du vèci par man”.

MENZIONI SPECIALI SEZ: B ( Diploma d’onore in pergamena e targa), a: Carelli Giuseppe Emilio, di Casamassima (BA), per l’opera: “ Tand’ànne ‘ndrète”, Giuseppe Gioia, di Bari, per “ Inno alla vita”, Giuseppe Zaccaro, di Bari, per “ La fàte de le fiùre” e Biagio Loconte, di Bari, per : “ Tèrra me”.

SEZ. C: SILLOGE POETICA INEDITA

1^ Classificata: Rosa Spera, di Barletta (BT), per l’opera: “Il valzer delle parole”.

2^ Classificata: Marilena Frigiola, di Laterza (TA), per : “ Obsession rouge”.

3° Classificato: Antonio Lonardo, di Modica (RG), per l’opera: “Sul filo della corrente”.

3° Classificato ex aequo: Alessandro Robles, di Bitonto (Bari), per: “ Riflessi d’ali in tratti di cielo.

MENZIONE SPECIALE ( Diploma d’onore in pergamena e targa), a: Costantino Posa, di Santeramo in Colle (BA), per l’opera: “ Lento mutar del tempo”.

SEZ. C: SILLOGE POETICA EDITA

1^ Classificata: Bettina Di Bartolo, di Vittuone (MI), per l’opera: “ Intarsi”.

2^ Classificata: Luisa Tricarico Amendolara, di Bari, per: “ Respiri nel buio”.

3^ Classificata: Lucia Barbagallo, di Forlì, per: “ Gocce di tempo”.

3° Classificato ex aequo: Gaetano Mele, di Bari, per l’opera: “ Parole al vento”.

PREMIO SPECIALE GIURIA: a Natale Buonarota, di Bisceglie (BA), per l’opera: “L’alfa”.

PREMIO SPECIALE GIOVANI: a Luigi Palma, di Conversano (BA), per: “Stelle lucenti”.


SEZ. D: RACCONTI INEDITI:

1° classificato: Francesco Occhiogrosso, di Bitetto (BA), per l’opera: “Una crosta di pane”.

2^ classificata: Maria Di Grumo, di Modugno (BA), per : “ Giù il sipario”

3° classificato: Lenio Vallati, di Sesto Fiorentino (FI), per : “ George”.

MENZIONE SPECIALE: a Salvatore Magno, di Alezio (LE), per “ Il ritorno di Desolina”.


SEZ. D: NARRATIVA EDITA

1° Premio Assoluto a Gianna Sallustio, di Molfetta (BA), per l’opera: “El padre bandido”.

2° Premio: ad Antonio Berardi, di Taranto, per: “ Due vite diverse e parallele”.

2° Premio ex aequo: a Liliana Miceli di Trani, per l’opera: “ Una vita, una storia”.

3° Premio: a Giorgio Zeme, di Milano, per : “ Rasoterra”.

Premio speciale della giuria: a Michele Ferrandino, di Valenzano (BA), per : “ Incontri”.

La cerimonia di premiazione si terrà, a Bitetto, domenica 29 maggio,alle ore 17.00, presso la sala ex Convento dei Domenicani in piazza Umberto 1°. I premi non ritirati personalmente o per delega non saranno in alcun caso inviati. L’organizzazione del Premio comunica che è stata stipulata un’apposita convenzione con l’Hotel dei Nobili, di Bitetto, in via G. Abruzzese n. 20, presso il quale sarà possibile pernottare con una riduzione dei costi. E’ obbligatoria la prenotazione, entro il 15 maggio, chiamando il n. 0803823761. Per motivi di organizzazione si prega di comunicare la presenza. TUTTI I PARTECIPANTI SONO INVITATI.

Il Presidente del Premio

Michele Lucatuorto

venerdì 22 aprile 2011

AD UN VIL.........di Costantino Posa


AD UN VIL.

E così quel verme eccitato
creò un profondo solco
tra l'essere omo o un porco.
...Lei morirà,
dopo soltanto un attimo d'amore.
Lui vivrà ogni giorno
guardandosi di vergogna.
Per non aver scelto l'omo
ad una fogna.

giovedì 7 aprile 2011

INCREDULI STRAZI.


INCREDULI STRAZI. (di Costantino Posa) 07/04/2011

Come se avesse vissuto per ogni attimo
Sempre lo stesso tragico attimo.
Leggevo nei suoi occhi attoniti,
bramosi di timori ben distinti.

Come se avesse di ogni attimo subito
Sempre il farsi urgente di ogni spartito.
Leggevo dei suoi gioiosi tormenti,
avidi di paure di tanti momenti.

Come se avesse acceso di ogni silenzio
Sempre lo stesso tacito aroma di assenzio.
Leggevo nei suoi versi di corsivi avulsi,
sazi di vibranti echi di impulsi.

Come se avesse di solitudine tinto la sorte
Sempre il farsi di impellente morte.
Leggevo dei suoi ultimi acri spiri,
strazi di increduli, beati sospiri.

FUORI DAL TEMPO......di Costantino Posa





Quando si salutarono con un bacio fuori dal tempo,

per un attimo immobili, incrociarono i pensieri flebili.

Non era mai accaduto di dover lasciare questa vita.

Quella inaspettata fine non avrebbe potuto fare di più

per dimostrare quanto sia sconfinata ed aspra quella sua scelta

di anticipare sempre... quel che accadrà.

mentre il da fare indugiava...esortava ancora ad ignorare:

Lasciami finire, per nessuna ragione al mondo lascierò

lei da sola, se prima non è felice.

Nessuno dei due lo considerarono come un addio,

per un attimo sospesi, si salutarono

con un bacio fuori dal tempo.

Una luce nel tempo.