giovedì 13 agosto 2015

LE RAGIONI DELLA VITA...Costantino Posa

 




Le luci non sono le stesse di tutti i giorni:
Sanno illuminare il silenzio
Sanno dire: "Tutto è necessario"
Sanno indicare l'alba che verrà ancora dopo il tramonto.
Sanno vedere anche quello che non c'è.
Sanno far ritornare il tempo.
Sanno sussurrare: "Vedrai, arriverà ancora quel volo di uccelli".
Tornerà la primavera
e le parole sostituite ai pensieri torneranno ai venti:
"Non tutto dovrà per forza finire"
e le nuvole saranno come i ricordi
che ogni tanto tornano a ricordare ancora
di come sei stato importante
e le stelle sono quelle che ti hanno fatto compagnia.
Sono le voci di chi ti ha amato.
Sono i visi che tu hai voluto bene.
Sono le aurore che tu hai accarezzato.
E le stagioni sono le braccia
che le hanno tenute strette.
Anche le piogge e le nevi
sono le lacrime e i silenzi lievi
che hanno condiviso ogni attimo senza sorriso
e i tuoni sono come i battiti dei cuori
come lampi illuminanti a giorno
che non ti hanno mai fatto sentire solo.
E quei tramonti sereni, tante volte stanchi
verso le nebbie delle notti, ma felici di aver condiviso.
I baci e tante malinconie come fondo d'universo
dove le luci sono sempre le stesse.
Sono le stelle che ti hanno sempre guidato.

lunedì 10 agosto 2015

VIAGGI INCERTI...Costantino Posa


Peccato non farla tornare
la voglia non ha bisogno della magia
e tanto meno dell'inganno.
Mi chiedo come sarà l'inchiostro
che scriverà chissà?
Se lei tornerà.
A volte ci sentiamo felici per caso.
Altre volte ci rendiamo conto
che potremmo sempre esserlo,
se non avessimo permesso
le partenze di tanti treni.
I vagoni dei sentimenti
vanno sempre di là
e non sempre trovano
le giuste coincidenze.
L'addio disinteressato
non prevede
nessun sacrificio di se stessi.
Mi chiedo sempre
come saranno
le lacrime d'inchiostro
che scriveranno e già?
Ormai,
se lei non tornerà.

giovedì 6 agosto 2015

RIFLESSIONI.


E se fossero solo ombre?
E se fosse solo silenzio?
Senza screzi...senza forti emozioni
Se ci fosse almeno il vento?
A muoverne i contorni
E se le onde fossero meno ferme
Forse e' l'estate
Che arriva con frastuoni
E poi mesta va via
Senza lampi e tuoni.

Una luce nel tempo.