sabato 30 aprile 2016

AURORA...Costantino Posa


Quel passaggio tra la notte e il giorno
è una vita che chiede e aspetta.
Come l'aurora spensierata e ride:
"Voglio vedere il mattino"
Voglio vedere il volto della mamma
dopo aver ascoltato il suo cuore.
Voglio ascoltare la voce di un papà.
Ho immaginato il giorno e il buio
se il buio dovesse continuare ad essere buio!
e se per nascere per forza voglio essere aurora
una vita che precede il sorgere di un sole.

giovedì 28 aprile 2016

LE GIORNATE DEL MIO TEMPO...Costantino Posa

Le giornate del mio tempo

Riflessioni Poesia del portfolio personale
Le giornate del mio tempo,
non sono fatte soltanto di ore.
Le giornate del mio tempo
sono come tanti solchi di terra.
Ogni linea, un suono.
Ogni linea, un colore.
Ogni linea, un volto.
Ogni linea, un ricordo.
Così son fatte le giornate del mio tempo.
Son fatte di aromi antichi,
come spezie d'oriente.
Son fatte di dolci melodie,
a volte leggere,
a volte incalzanti,
a volte insopportabili frastuoni.
Tante cose volute dal cuore.
Tante cose cercate lontane.
Tante cose cadute dal cielo.
Così son fatte le giornate del mio tempo.
Son fatte di spine nel cuore,
come pungenti parole.
Son fatte di dolci sorrisi,
come le vetrine dei bar.
Così son fatte le giornate del mio tempo.
Le giornate del mio tempo
sono come pagine al vento.
A volte volano in alto,
a volte ti sbattono in faccia,
a volte si posano accanto.
Tante cose sognate da tempo.
Tante cose perse per sempre.
Tante cose ritrovate per niente.
Così son fatte le giornate del mio tempo.
Non sono fatte soltanto di ore
le giornate del mio tempo.
Costantino Posa

mercoledì 27 aprile 2016

ISPIRATI DAL VENTO...Costantino Posa


I tuoi occhi parlano per te.
Sono veli di aurore
E di inutili timori.
I tuoi occhi come le stelle
S’illuminano di gioie.
Sono fari nella notte
E azzurri del mattino.
I tuoi occhi
Sono veli di speranza
come vento del sole.
Dipingono amori.
Sono tocchi di campane.
Si odono lontano.
I tuoi occhi come il mare
Sanno far navigare.
I tuoi occhi sono fieri.
Sono porti di accoglienza.

Sanno dire sai:” forza ”.

IL TEMPO è FATTO DI AURORE.. Costantino Posa



E' facile essere felici
quando le cose vanno sempre bene.
Sentirsi uomo e fare dell'universo
la forza del pensiero.
Difficile è essere uomo
quando il vento forte ti punge il viso.
Ti piega le ginocchia,
un colpo alla schiena
e il capo chino a cercare un pò del ieri.
Il tempo non è solo il giorno che scompare.
Il tempo è fatto dal momento
che cambia e sostituisce ogni momento.
Il tempo è chi ti manca.
Il tempo è aria, sole, acqua e del viso
s'accorge del sorriso.
Il tempo è tanto di sapori
contatti e baci sella pelle.
la sabbia sollevata e le nubi accolte a vista
nel vuoto e nel silenzio è facile arrendersi.
Ma il tempo è fatto di aurore
stagioni inaspettate.
E' fatto di ritorni e di passi fatti avanti

e poi l'amore è la forza di essere fiero.

martedì 26 aprile 2016

IERI C'ERO..Costantino Posa


Forse il tempo riesce a cancellare.
Forse il vento col tempo riesce a far tornare.
Non ricordo quanti erano,
solo oggi mi accorgo di quanti restano.
Alcuni di bianco han dipinto i capelli.
Altri hanno scelto senza, 

sono ancor più belli.
Se non fosse stato per la vita,
oggi qui sarebbe già finita.
E poi non è vero che siam vecchi.
Nei ricordi vigila sempre un pensiero:
Ieri c'ero...ieri ero.
Oggi anch'io ci sono...oggi sono.
Oggi amo chi siamo, anche chi non c'è.
Poi domani se è tempo,
senza fretta ... ripartiamo.

sabato 23 aprile 2016

HO SCELTO TE...Costantino Posa

Libri dalle pagine strappate.
Le ultime ancora bianche.
Copertine di pietre difficili d'aprire.
Rughe tra i fogli ingialliti.
Lacrime che hanno eroso il tempo
che non  si è mai tradito.
Delle sensazioni ha lasciato
soltanto gocce in fondo ai calici
che hanno brindato versi.
Quante piaghe tra le parole
urlate al vento
e al sospetto che il tempo
non è mai tornato.
Solo la pelle sa se lei
ci è mai stata.

sabato 16 aprile 2016

L'OMBRA DI UN ADDIO...di Costantino Posa


L'addio è un tempo così breve
se la malinconia non teme un ritorno.
Fa che non mi manchi
desideroso di vederla andare via.
Affrettati a sparire e porta via con te
la tua chioma a volte stravagante.
L'addio è un tempo assai lungo
se malinconico aspetto un tuo ritorno.
Fa che non mi stanchi
a fissar quella via.
L'addio, si sa, non ritorna
ma a volte è stravagante
l'apparire di quella chioma.
La malinconia è un'agonia
se l'addio, a volte, non è così breve.

martedì 12 aprile 2016

IL NOSTRO CIELO...Costantino Posa


E' vero si va avanti
il tempo passa e non ritorna.
Ma io mi ostino
non posso dimenticare:
La voce di un padre
Il sorriso di una madre
Le lacrime versate
e il senso di smarrimento.
E' vero non ci si può fermare
ma io non potrò mai dimenticare
Le mani di chi mi ha aiutato
La pelle di chi mi ha amato
L'amico che è già andato
e le offese immeritate.
E' vero non può durare
ma i battiti li ho sentiti.
Le parole dentro al cuore
Le spine che han ferito
Il silenzio condiviso
ed il gelo che ha coperto
il nostro cielo.
Il libro delle stagioni
avrà la sua fine
solo quando avrò scritto
ogni pagina del suo cammino
e le maree dei sentimenti
mi aiuteranno a leggerlo
per non sciupare al vento
ogni attimo del condiviso.

lunedì 11 aprile 2016

INCUBO..Costantino Posa.


Sempre diverso e sempre uguale.

Così è stato fino a ieri, eppure è primavera.

Perché le rondini non volano più?

Immerso nei pensieri intorpiditi,

sospeso tra lo stravagante e il potere del dubbio,

cammino senza pianto tra i resti di tanto male.

Raccolgo poco, ma vado avanti.

Ciò che accade trionfa e avvelena chi non ce la fa.

E' bastata soltanto una scossa,

penso: " Perché non si è fermata? "

Quelle rondini non tornano più.

Nel dubbio, ripeto: " Ieri era quasi primavera "

eppure quella marea


non mi sembra per niente vera.

sabato 9 aprile 2016

L'ATTIMO CHE SCAPPA VIA...Costantino Posa


Non guardare solo altrove.
Ogni tanto cerca dentro.
Ci sono file obsoleti.
File infetti
che devastano la mente.
Non ti fanno ragionare.
Non ti lasciano capire
e il cuore va a stento.
Le ragioni che ti spingono
a volte
sono inesistenti.
Sono frutto delle voglie
e le passioni che ti travolgono
sono scelte disperate.
Sono armi a doppio taglio
per un pò fanno piacere.
Per un pò fanno sognare
ma il vento è più reale.
Passa in fretta
e non sa tornare.

QUEL P......NELLO SPECCHIO...Costantino Posa



E' strano domani guardandomi allo specchio,
per la prima volta mi sono chiesto:
Sai cosa vorrei?
per un pò sono rimasto perplesso.
l'altro, la mia immagine riflessa,
mi fissava, un pò accigliato.
Chissà cosa pensava?
per un pò l'ho fissato anch'io.
di colpo mi è venuto spontaneo chiedergli:
Perché non parli?
Perché non mi chiedi cosa vorrei.
Sono tanti anni che mi vivi accanto.
freddo, taciturno,
certe volte vorrei prenderti a schiaffi.
Mai una volta che ti ribelli.
Mai una emozione.
Senza batticuori. Mai una lacrima.
Un rimpianto. Un urlo di gioia.
Credi che per me sia stato facile?
Tanti anni, tanti sbalzi,
tanti addii, tanta rabbia.
Euforia alle stelle.
Mentre tu vegeti sulla luna.
Non vedi che il tempo passa.
Non ti accorgi che chi è andato non ritorna.
Nonostante la tua calma
a volte mi sembri più vecchio di quel che sono io.
Fai bene a non parlare,
almeno non ti pentirai di sbagliare.
Ora te lo posso dire, vorrei che tu parlassi,
almeno una volta, prima che esco da quella porta.
Altrimenti spengo quella luce,
lasciandoti ancora al buio a piangere la tua sorte.

Una luce nel tempo.